Crea sito

Soggetti per il cinema storico

 

Il treno fantasma di Massimo Brunello

Il lavoro rivisita la Seconda Guerra Mondiale, nel periodo dal gennaio 1942 all’aprile 1945, rivivendola attraverso le esperienze, le emozioni e le vicissitudini di Paolo Brunello (21/10/1922 – 30/12/2011), dapprima soldato scelto e Caporale nell’Esercito Italiano quindi Caporale Maggiore nella Divisione San Marco della R.S.I. e infine partigiano nelle Brigate Garibaldi. La storia di Paolo, anche se a tratti può apparire “romanzata”, è nel suo intero rigorosamente vera. L’intera vicenda si può raccogliere in questi otto momenti fondamentali:

- L’addestramento C.A.R.  A TRANI; - Il viaggio verso Bengasi, l’affondamento della motonave Pisani e il naufragio nel Mar Egeo; - Il periodo “post-naufragio”; L’8 Settembre, la testimonianza della fuga del Re e il ritorno a Milano; - L’arruolamento “forzato” nelle fila dell’Esercito Repubblicano di Mussolini e L’addestramento in Germania; - La vicenda cosiddetta del “Treno fantasma”; - La fuga nei Partigiani delle Langhe piemontesi: - La battaglia contro i tedeschi a Feisoglio (CN). È un libro dedicato a Paolo e a quelli che come lui hanno combattuto duramente per l’Italia e per la libertà, per consentire a noi, suoi figli e nipoti di vivere una vita dignitosa e senza guerre in un Paese basato sulla Democrazia. Per questo siamo tutti figli suoi e del suo coraggio!

  

Massimo Brunello          

L'ultimo canto del bardo di Riccardo Nori

Un viaggio nella terra dei celti, sulle tracce del musicista Rory Gallagher, svela tragicamente il vero volto di quattro amici abruzzesi. Un viaggio che risveglierà l’antica maledizione di Ythyr, un bardo che nel Galles del 1282 - nel pieno delle lotte interne che porteranno allo Statuto di Rudhlann, che sancirà definitivamente il principato di Galles in favore dell’Inghilterra - impazzisce per la perdita violenta delle amate moglie e figlia. Una matassa impregnata di dolore e bugie che si dipana, tra inquietanti flashback, tra gli ameni territori abruzzesi, in un crescendo di violenza e mistero. Solo l’esperienza di Giacomo e del suo fedele collaboratore Vincenzo, riuscirà a svelare il segreto che pervade la vita dei quattro, e di come essi siano entrati in contatto con il lontano Ythyr.

Riccardo Nori          

L'ultimo viaggio di Angelo Altomare

Perché Francesco Colonna è stato svegliato nel cuore della notte da Sergej? Cosa ci fanno un aristocratico e due gendarmi nel profondo sud della penisola italica? Francesco Colonna è ricercato. È inseguito e braccato. E la sola via d’uscita è la fuga. Romanzo storico avventuroso ambientato agli inizi dell’800 la cui storia si sviluppa in Europa e nel mar Mediterraneo al largo delle coste egiziane. La vicenda ricalca gli usi, i pensieri e le scenografie del periodo napoleonico.

Angelo Altomare           

  

Home