Crea sito

Soggetti per il cinema fantascienza

 

 

The Hole di Danilo Monguzzi

Le tre di notte e nel piccolo paese sul lago di Como tutti sono radunati all'imbarcadero. I pescatori parlano di uno fenomeno verificatosi nel  mezzo del lago. Una zona di acqua ha una quota diversa dal resto del lago. Tutti i pescatori, si avventurano verso lo strano fenomeno per sapere quanto sia grande questa anomalia. Una volta posizionati con le loro barche ad intervalli regolari lungo la depressione, scoprono che hanno formato un cerchio perfetto dalle dimensioni formidabili. Il fenomeno viene verificato dai carabinieri, dalla protezione civile e dal ministero degli interni. Qualcuno battezza il fenomeno “The Hole”. Arrivano gli scienziati e si scopre che il fenomeno non è unico ma si è già verificato. C’è una teoria, il buco nel lago e quelli sparsi per il pianeta, sono le impronte di un altro pianeta che appartiene ad un’altra dimensione. Ci siamo reciprocamente invisibili. I due pianeti, il nostro e questo, si conoscono da millenni. Lo conoscevamo come Eden. Un gruppo di persone ne conserva l’amicizia per uno scopo preciso. I due pianeti sono il backup l’uno dell’altro, per la conservazione dell’intelligentia umana. Quando un cataclisma spazza via l’uomo e la sua cultura, corrieri custodi si occupano di far progredire velocemente l’umanità. Viene coinvolto Andrea, il protagonista del romanzo per un esperimento che si svolge nell’oceano Pacifico per mettere in contatto i due pianeti e lui verrà inviato sul pianeta alieno. Una volta giunto su Eden, questi diverrà un nuovo Custode.

Danilo Monguzzi          

Nail vabor di Angelo Altomare

Uno strano oggetto entra in casa di Leo, Enrico e Margherita.

A portarlo è il loro padre, uno scienziato.

Le solite raccomandazioni di tenersi alla larga, ma la curiosità dei tre personaggi è più forte delle premure del loro genitore. E così i ragazzi si troveranno coinvolti in una situazione dalla quale sembra che il tutto possa ritornare al più presto com’era prima, senza lasciare alcuna traccia. Ma…

Angelo Altomare          

 

Home